IL FUTURO CON UN PIANO - Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole (FC)

Notizie - Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole (FC)

IL FUTURO CON UN PIANO

 

 

IL FUTURO CON UN PIANO - Vivere in territori sostenibili, resilienti ed evoluti

I Comuni di Forlimpopoli, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Meldola, Predappio e Bertinoro (capofila) sono promotori del progetto “Il futuro con un piano”, un percorso partecipativo di coinvolgimento della comunità nella definizione di una strategia ecosistemica per contribuire a vivere in territori sempre più sostenibili, resilienti, evoluti. Un obiettivo ambizioso che sarà conseguito attraverso il protagonismo dei giovani, valorizzati come “agenti di cambiamento”: gli abitanti di 18-29 anni dei cinque comuni coinvolti saranno al contempo esploratori e narratori, ispiratori e stimolatori di un ingaggio collettivo per promuovere una nuova cultura del territorio, permeata dai principi dell’educazione allo sviluppo sostenibile, della pedagogia del bene e della cittadinanza che si attiva nella cura di quel patrimonio naturale ed ambientale che ha contribuito a definire e valorizzare.

Gli esiti del confronto pubblico andranno ad arricchire i contenuti dei nuovi Piani Urbanistici Generali che le Amministrazioni coinvolte nel progetto hanno deciso di predisporre in forma coordinata, sottoscrivendo un Accordo territoriale con il quale si impegnano a condividere obiettivi comuni e ad andare oltre i confini comunali, promuovendo lo sviluppo sostenibile attraverso piano urbanistico non più inteso come mero strumento tecnico, ma come dispositivo culturale, narrazione identitaria, rappresentazione di orizzonti comuni per il ben-essere di comunità e il ben-stare dei patrimoni territoriali.

 

OBIETTIVI

  • Coinvolgere la comunità nelle scelte strategiche e tattiche di governo del territorio, valorizzando la presenza di generazioni e culture differenti, i punti di vista e le prospettive su diversi temi, le realtà sociali organizzate e i singoli cittadini.

  • Esplicitare e condividere informazioni e saperi, senso e significato dei luoghi, storia e tradizioni, elementi identitari e innovazioni, aspettative e interessi.

  • Stabilizzare la conoscenza sia tecnica che comunitaria all’interno di un quadro condiviso capace di valorizzare anche i patrimoni secondari e immateriali.

  • Confrontarsi su criticità e opportunità, visioni e impatti di possibili scelte, stimolando consapevolezze e responsabilità.

  • Orientare la pianificazione affinché vada oltre la mera procedura e risultato tecnico, ma sia promotrice di una nuova cultura del territorio più corrispondente alle esigenze della comunità e dello sviluppo sostenibile.

  • Migliorare complessivamente la qualità dell’azione progettuale attraverso l’apprendimento collettivo e il confronto creativo su proposte anche inedite.

METE

  • Elaborazione partecipata di un “Manifesto dei luoghi”: tra mappa di comunità e statuto del territorio, questo manifesto è lo strumento con cui i partecipanti al percorso ricompongono la loro esperienza di “abitanti”, condividendo percezioni e vissuti, riconoscendo e definendo le risorse essenziali, culturali e naturali, per garantire lo sviluppo sostenibile delle comunità locali, assicurare uguali potenzialità di crescita del benessere dei cittadini e salvaguardare i diritti delle generazioni presenti e future.

  • Elaborazione partecipata di un “Manifesto di idee”: tra strategia e tattica, questo manifesto è lo strumento con cui i partecipanti al percorso fanno emergere le tematiche prioritarie per orientare la pianificazione verso una visione di territori sostenibili, resilienti, evoluti (strategia ecosistemica). Un’esposizione sintetica ma chiara di linee strategiche, tattiche virtuose e responsabilità condivise

Scheda progetto

Presentazione sintetica

Sospensioni delle decisioni

Documento di intenti

Agenda 2030

 

FORMAZIONE

 

Laboratorio di pensiero 1

Laboratorio di pensiero 2

Laboratorio di pensiero 3

 

LABORATORIO DI COMUNITA’

Il percorso partecipativo è accompagnato da un laboratorio di comunità che manterrà le proprie porte sempre aperte e combinerà differenti occasioni di partecipazione (dal sondaggio al workshop, dall’educational tour all’exhibit), per consentire a chiunque di prendervi parte in base alle proprie disponibilità. Le attività saranno caratterizzate da un mix di strumenti - contestuali e digitali - per consentire il più ampio coinvolgimento e per ricomporre la dimensione informativa, consultiva e ideativa del confronto: di fatto ogni appuntamento del processo dovrà al contempo consentire la circolarità di saperi, l’espressione di punti di vista sui temi, la formulazione di proposte.

Tutti i CITTADINI (singoli o organizzati) sono invitati a prendete parte al percorso con funzioni consultive e propositive. La partecipazione al percorso presuppone un’adesione volontaria, formale, informata e gratuita, tramite la sottoscrizione di una scheda di adesione scaricabile dalle pagine web dedicate. La scheda di adesione, compilata e firmata, va consegnata alla segreteria organizzativa o inviata tramite e-mail.

Scheda di adesione (pdf doc)

Tappe del percorso e Iter del piano

workshop: programma degli incontri itineranti sul territorio

 

QUESTIONARIO

Nel periodo che va dal 22 aprile al 5 giugno, cittadini e cittadine dei territori coinvolti nel progetto hanno avuto la possibilità di dare il proprio contributo alla redazione del quadro conoscitivo, rispondendo alle domande di tre questionari, dedicati a Ragazzi/Ragazze under 16, Giovani under 30, Comunità 30-99 anni.

Sono state raccolte 1.771 risposte (un buon numero se messo a confronto con altre indagini condotte in Comuni più grandi, come la vicina Cesena - quasi 100.000 abitanti - che ha raccolto poco più di 1600 risposte al questionario Cesena come va?).

 

Ben 878 le risposte ricevute dagli under 16, 213 quelle dei giovani sotto i trent'anni, mentre 680 dalla comunità degli over 30.

 

Gli esiti del questionario:

SINTESI GENERALE: campione dei rispondenti e risposte alle domande "chiuse" (selezione tra opzioni)

SINTESI TEMI TRASVERSALI: emersione delle ricorrenze tra le risposte raccolte, ricomposti in PRIORITA', ATTENZIONI, QUESTIONI E MEMORANDUM PER UNA CITTA' A MISURA DI GIOVANE. Da queste sono state desunte le SFIDE da proporre per i workshop

FOCUS PER TERRITORIO (risposte alle domande "aperte")

risposte di Bertinoro

risposte di Castrocaro Terme e Terra del Sole

risposte di Forlimpopoli

risposte di Meldola

risposte di Predappio

 

 

TAVOLO DI NEGOZIAZIONE

Lo sviluppo del progetto è accompagnato da un Tavolo di Negoziazione: una sorta di cabina di regia o gruppo di coordinamento composto dai rappresentati delle principali realtà organizzate attive sul territorio. Il Tavolo si riunirà indicativamente tre volte nel corso dei prossimi mesi.

TdN Funzionamento

Scheda di adesione (pdf - doc)

 

Convocazione 1

Report 1 

Convocazione 2

Report 2

Convocazione 3

Report 3

Convocazione 4

Report 4

 

COMITATO DI GARANZIA

Il Comitato di Garanzia ha lo scopo di “verificare il rispetto dei tempi, delle azioni previste, dell’applicazione del metodo e il rispetto del principio d’imparzialità dei conduttori e con funzioni di monitoraggio dell’esito del processo”.

Il Comitato di Garanzia è istituito fin dall’inizio del processo e opera in piena autonomia

CdG funzioni

CdG componenti

CdG Colloqui_1

 

Il progetto è realizzato con il sostegno della legge regionale Emilia-Romagna n.15/2018

https://partecipazione.regione.emilia-romagna.it/bando2020

 

Il futuro con un piano”: al via la seconda fase del percorso partecipativo per la redazione del PUG associato

Il processo partecipativo “Il futuro con un piano” che accompagna la redazione del Piano Urbanistico Generale dei comuni di Bertinoro, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Forlimpopoli, Meldola, Predappio entrerà a settembre nella seconda fase.

Avviato in aprile il processo ha attraversato momenti di ascolto delle comunità, attraverso la somministrazione di questionari (ben 1771 le risposte ricevute) e “laboratori di pensiero” dedicati ai tecnici e ai politici coinvolti.

Da questa prima fase di analisi sono infatti emersi alcuni temi particolarmente cruciali per i comuni interessati: l’abitare tra condivisione e convivenze, la sostenibilità e le nuove forme di tutela, la socialità e gli spazi naturali, l’infrastruttura socio-culturale, le nuove economie circolari. Tutti temi che contengono in sé altrettante sfide che coinvolgono la visione del verde come “nuova piazza”, nuovi ruoli per i centri storici, frazioni come possibili reti di identità e luoghi di buon vivere, un nuovo spazio pubblico tra realtà e digitale.

Sfide che saranno affrontate attraverso varie occasioni di confronto. Sono in programma la prossima settimana i workshop per approfondire i temi emersi come prioritari dalle attività della prima fase. Ogni workshop è dedicato ad un territorio, un tema e una situazione.

Contestualmente ai workshop, sarà lanciato anche un contest fotografico dedicato alle ragazze e ai ragazzi tra i 16 e i 24 anni residenti nella provincia di Forlì-Cesena per dare spazio allo sguardo dei giovani sul futuro del proprio territorio e nel proprio territorio.

Il percorso “Il futuro con un piano” è sostenuto e finanziato dalla Regione Emilia – Romagna nell’ambito della legge 15/2018 sulla partecipazione.

Approfondimento

Programma dei workshop

LUNEDÌ 20/9/2021 • 20.30-22.30 | Sala del Consiglio

PREDAPPIO

TEMA | L’infrastruttura socio-culturale tra centro e periferia, capoluogo e frazioni

SITUAZIONE | Area ex vivaio

MARTEDÌ 21/9/2021 • 18.30 – 20.30 | Sala del Consiglio

CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE

TEMA | Lo spazio naturale nel suo essere connettivo, aggregativo, culturale, educativo

SITUAZIONE | Parco dello Spungone

MERCOLEDÌ 22/9/2021 • 18.30 – 20.30 | Sala del Consiglio

FORLIMPOPOLI

TEMA | Le nuove economie collaborative, circolari, coesive

SITUAZIONE | Loggia Beccheria, piazza Pompilio

GIOVEDÌ 23/9/2021 • 20.30 – 22.30 | Saletta P.I.T. Arena Hesperia

MELDOLA

TEMA | La socialità tra usi temporanei e usi digitali nello spazio pubblico multifunzione

SITUAZIONE | Biblioteca, circoli ricreativi, aree verdi

Attività con la classe 5°C del Liceo Canova

BERTINORO

TEMA | Nuovi standard per un nuovo approccio alla pianificazione del territorio

SITUAZIONE | Centri storici dei piccoli Comuni come piattaforma agile

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (648 valutazioni)